PASSO CARRABILE

Vediamo nel complesso cos'è il passo carrabile, i requisiti, come richiederlo, validità, costo e le multe secondo lo Studio Tecnico Ing. Loreti.

passo carrabile esempio segnale

 

Cos'è il passo carrabile

Un passo carrabile (anche chiamato passo carraio) è un accesso di un'area privata su un'area di passaggio pubblico, è identificato dal proprio segnale di divieto (sopra riportato) che impedisce la sosta di autoveicoli per permettere di entrare o uscire liberamente dallo sbocco. Non è consentita la sosta davanti al passo carrabile neanche al veicolo del titolare del passo stesso. Come deroga, viene consentita solamente la fermata temporanea in caso di carico e scarico merci.

Esempi di passo carrabile sono garage a livello strada o entrate come cancelli che delimitano una proprietà.

La normativa di riferimento che definisce un passo carrabile è rappresentata dagli articoli 3 e 22 del codice della strada (C.d.S.), dall'articolo 46 del rispettivo regolamento attuativo e dalle discipline locali che regolamentano le condizioni e le modalità di rilascio.

 

Il segnale del passo carrabile

Il segnale del passo carrabile è posto in posizione parallela al confine tra proprietà privata e il suolo pubblico e deve essere reso visibile dalla carreggiata. Nella parte superiore del cartello vi è il nome dell'ente o comune che lo ha rilasciato con il proprio stemma; al centro vi è il pittogramma del divieto di sosta con la dicitura "passo carrabile"; nella parte inferiore il numero di autorizzazione con l'anno di rilascio. Nel caso in cui mancasse solamente uno di questi elementi, il passo carrabile risulterebbe non valido.

 

Passo carrabile: requisiti e come si richiede

Per poter ottenere ed esporre regolarmente un cartello di passo carrabile è necessario soddisfare alcuni requisiti:

  • deve essere collocato ad almeno 12 metri dall'incrocio più vicino. In alcuni casi eccezionali la distanza può essere ridotta a 3 metri se provvisto del relativo avviso di pericolo;
  • deve essere distante almeno 5 metri dal passo carrabile più vicino;
  • l'apertura dello spazio di accesso deve essere almeno 2,5 metri;
  • deve consentire l'accesso e la rapida immissione ad un'area laterale adatta a far transitare veicoli;
  • deve essere visibile da una distanza pari allo spazio di frenata relativo alla velocità consentita sulla strada;
  • nel caso di intenso traffico pedonale, l'entrata carrabile deve essere differente dall'entrata pedonale.

Di seguito vediamo come richiedere un passo carrabile. La richiesta può essere presentata ad uno studio tecnico per essere poi recapitata al Municipio, Comune o Ente (esempio Anas) competente. Sarà necessario compilare dei moduli in cui sono richiesti i dati anagrafici, indicazione di residenza, documentazione asseverata di un tecnico abilitato che attesta la regolarità urbanistica del luogo da autorizzare. La domanda dovrà essere accompagnata da un versamento (spese di istruttoria pratica e spese del cartello) e una marca da bollo. Il Comune, una volta ricevuta la richiesta, verifica se i requisiti sopraindicati sono soddisfatti e in caso di esito positivo, terrà lui stesso a rilasciare il nuovo segnale di passo carrabile.

I tempi di risposta possono variare dal Comune di appartenenza a partire dai 15 giorni fino al mese.

 

Passo carrabile: validità e costo

La concessione del passo carrabile ha validità 29 anni. L'ente o il Comune di rilascio può però modificare o revocare tale permesso per motivi di pubblico interesse oppure per tutela della sicurezza stradale. L'autorizzazione scade anche a seguito del trasferimento della proprietà. Il nuovo proprietario, in tal caso, per non far scadere la concessione del passo carrabile, deve effettuare il subentro entro 60 giorni dal trasferimento di proprietà.

La richiesta di un passo carrabile prevede un costo, la cosiddetta TOSAP (tassa occupazione spazi e aree pubbliche) a carico del richiedente che ne fa domanda.

Questo costo può variare in base ad alcuni parametri:

  • superficie dell'accesso e spazio antistante;
  • area urbana di richiesta: se centro urbano oppure periferia;
  • attività: se il passo carrabile è per privati cittadini o attività commerciali;
  • tariffa di base del Comune.

La somma di tutti questi fattori stabilisce il canone annuo da pagare al Comune per ottenere il passo carrabile.

 

Passo carrabile: le multe

Il codice della strada (C.d.S.) prevede il divieto di sosta allo sbocco dei passi carrabili ed è prevista per i trasgressori una multa dai 24 ai 98 euro per i ciclomotori a due ruote e da 39 a 169 euro per gli altri veicoli. Se necessario, verrà applicata anche la sanzione di rimozione forzata del veicolo. E' di nuovo opportuno segnalare che neanche il titolare stesso del passo carrabile può sostare davanti all'accesso segnalato. Viene consentita solamente la fermata temporanea in caso di carico e scarico merci.

E' prevista una multa anche a chi esibisce un cartello di passo carrabile non autorizzato o non a norma, pari a 159 euro.

 

Affidati a dei professionisti

Quando si è nella necessità di richiedere un passo carrabile per evitare che altri autoveicoli blocchino l'accesso alla propria proprietà, affidati a degli esperti. Affidati allo Studio Tecnico Ing. Loreti.

Contattaci Subito!

Per qualsiasi tipo di informazione o per un preventivo gratuito contattaci al
telefono: 069471866
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
oppure inviaci la tua richiesta tramite il: Modulo Contatti.
Saremo a tua completa disposizione.